Main Content

Alpiq disinveste Alpiq InTec e il gruppo Kraftanlagen per CHF 850 milioni

Il disinvestimento di successo dell’attività industriale genera un valore aggiunto e consolida l’attività principale del gruppo Alpiq.

Losanna – Alpiq scinde il settore industriale, genera un valore aggiunto per il gruppo e consolida così la propria attività principale. In questo contesto, Alpiq ha sottoscritto con Bouygues Construction con sede a Guyancourt (Francia) un accordo per un importo pari a CHF 850 milioni per la vendita del settore dei servizi energetici da Alpiq InTec e dal gruppo Kraftanlagen. Il closing è previsto per il secondo semestre del 2018. La vendita avverrà fermo restando che siano presenti le comuni condizioni di esecuzione e le autorità in materia di concorrenza nell’UE e in Svizzera la autorizzino. 

Per la transazione ci sono due motivi principali: in primo luogo, a causa delle difficoltà della produzione svizzera sul mercato libero, al momento Alpiq non dispone dei mezzi finanziari per sviluppare il settore dei servizi energetici e quindi consolidare la posizione leader in diversi mercati. Per questo Alpiq non è più la proprietaria giusta del settore dei servizi energetici attivo nel mercato industriale. In secondo luogo, con la transazione Alpiq genera un valore aggiunto per il gruppo e consolida così la propria attività principale. 

Il settore dei servizi energetici in futuro in mani industriali

Jasmin Staiblin, CEO di Alpiq, dichiara: «Con Bouygues Construction come nuovo proprietario di Alpiq InTec e del gruppo Kraftanlagen è stata una situazione vantaggiosa per tutti che offre a entrambe le aziende e ai propri collaboratori nuove prospettive di servizio. Il nuovo proprietario ottiene con Alpiq InTec e il gruppo Kraftanlagen accesso a collaboratori motivati che si adoperano quotidianamente con competenza e passione alle esigenze dei propri clienti, e a un portafoglio interessante di servizi innovativi e redditizi nei mercati in crescita.» Bouygues Construction può sviluppare ulteriormente l’attività con successo, attuare gli investimenti necessari e sfruttare il potenziale esistente. Si trattano di presupposti ottimali affinché Alpiq InTec e il gruppo Kraftanlagen possano potenziare ulteriormente la loro posizione leader sotto un tetto nuovo. La transazione apre nuove prospettive per 7650 collaboratori (di cui 4000 collaboratori e 420 apprendisti in Svizzera). 

Philippe Bonnave, presidente del consiglio di amministrazione e CEO di Bouygues Construction, afferma: «Alpiq Engineering Services e Bouygues Construction condividono i medesimi valori nonché la stessa cultura dell’innovazione ed eccellenza operativa. Il nostro successo è da imputare prima di tutto all’impegno dei collaboratori nel conseguimento dell’attività giornaliera. Questa acquisizione rende Bouygues Construction l’azienda di riferimento nei settori dell’energia e dei servizi in Europa, grazie al raggruppamento di competenze e complementarità dei nostri campi di attività.» 

Alpiq si concentra sulla propria attività principale

Con questo disinvestimento Alpiq si concentra sulla propria attività principale con la produzione di elettricità in Svizzera nonché sulle attività internazionali che comprendono il parco di centrali elettriche flessibile e diversificato, le nuove energie rinnovabili e la forte presenza sul mercato nel commercio di energia. Inoltre Alpiq continuerà a digitalizzare la propria attività principale per l’incremento dell’efficienza e ad ampliare ulteriormente in modo sistematico il proprio portafoglio clienti con soluzioni smart anche al di fuori della Svizzera. 
Dopo il closing della transazione nel settore dei servizi energetici, rimangono presso Alpiq le seguenti divisioni: Digital & Commerce (commercio di energia a livello internazionale, transazioni con la clientela con prodotti strutturati e soluzioni digitali), produzione internazionale termoelettrica, nuove energie rinnovabili e Generation Switzerland (produzione elettrica svizzera). 

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito www.alpiq.com